Sogno di una notte di mezza estate… Isola D’Elba

Sogno di una notte di mezza estate… Isola D’Elba


Tornare nei posti dove si è cresciuti fa sempre un certo effetto.

Sentire gli stessi odori, percepire le emozioni, sapere che in quel posto c’è la gelateria che per molti anni ti ha regalato risate e divertimento con la famosa ” compagnia ” con la quale si sono passate vacanze indimenticabili.

Poi il tempo passa la gelateria è ancora lì, ma i volti sono nuovo e quando entri non sentì più ” Ciao Marco! “, ma un cordiale e gentile ” buonasera desidera? ” .  

Si cresce si diventa adulti e gli amici di 30 estati all’ Isola d’Elba non ci sono più, ci sono i ricordi di momenti indimenticabili che mi accompagneranno per sempre, c’è la. ” mia ” Isola che mi regala gli odori, le sensazioni, ci sono i luighi, ma come credo sia naturale mancano le persone.

Tornare all’Isola d’Elba è sempre un grande tuffo nel passato di quando ero liceale e poi universitario e alla fine un papà che porta sua figlia di sei anni a vedere i posti dove ci si divertiva senza cellulari e con un gelato, perché quello che contava era la stare insieme, ma soprattutto il contatto umano.


Ora sono sul terrazzo del residence che mi ospita e alzando gli occhi al cielo scorgo i due fari delle discoteche elbane che ancora oggi ( come ieri ) fanno divertire migliaia di ragazzi. Mi tornano in mente le centinaia di chilometri che si facevano in macchina per fare il nostro ” servizio navetta “! Quattro auto per 30 persone! Era più il tempo che ci si impiegava a muoversi che quello che si passava all’interno dei locali! Eppure eravamo tutti lì a goderci quei momenti fini in fondo e a sperare che l’anno successivo ci fossero più persone con la patente e la pripria macchina, ma quando questo è accaduto forse è stato l’inizio di un’altra storia che si chiama ” CRESCERE ” e tutto è cambiato.

Grazie Isola 🌴 per le emozioni che mi hai regalato, grazie a te adesso posso trasmetterle a mia figlia che forse non avrà la fortuna di viverle intensamente ed umanamente come me, ma almeno sentirà i miei racconti.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...